Archives for posts with tag: Sigur Rós

OLOF

PERCHÉ ÓLÖF ARNALDS: Se da un lato ricorda certi arrangiamenti à la Mike Oldfield di fine anni Settanta, dall’altro il nuovo disco della cantautrice islandese Ólöf Arnalds mantiene una sua eterea consistenza che lo allontana da ogni paragone spingendo le composizioni verso un territorio inesplorato di confine dove la musica pare sposarsi con il panorama circostante come in un lungometraggio di Hayao Miyazaki. Il tutto viene reso con arrangiamenti che, seppure complessi, suonano all’orecchio meravigliosamente semplici e naturali. Nulla avrebbe potuto essere diverso a meno di non inficiare il risultato finale. Le otto tracce lasceranno chi si dovesse porre all’ascolto con un sentimento al tempo stesso di sorpresa e di familiarità per quello che si è trovato. Se pensavate che la musica islandese si riducesse alla sola Björk o ai Sigur Rós, è giunto il momento di ricredervi e iniziare un nuovo viaggio.

ÓLÖF ARNALDS, Palme, One Little Indian Records 2014

http://olofarnalds.com

https://www.facebook.com/OlofArnalds?fref=ts

http://www.indian.co.uk

Advertisements

Image

PERCHÉ I MELANCOLIA: Il duo formato da Matteo Mancarella e Stefano Sozzo non solo conferma le impressioni suscitate dal singolo Chiave di Plastica (post del 6 gennaio) ma pare ampliare lo spettro della già ricca proposta sonora: sulla matrice art-rock in stile Sigur Rós e Tiromancino si innesca un côté sonoro così leggiadro e a tratti scanzonato da spingere le sfumature bohémienne verso la più esplicita forma del pop. Il passaggio, lungi da rappresentare uno “scivolone”, mostra, invece, una spiccata ma al tempo stesso sobria attitudine a ricercare nel conosciuto la possibile via alla novità. Max Gazzè docet!

MELANCOLIA, Major EP, 2014 (in streaming su YouTube)

https://www.facebook.com/imelancolia90?fref=ts

Image

PERCHÉ I MELANCOLIA: Singolo d’esordio della formazione per due terzi leccese. Art-pop-rock stile Sigur Rós che rielabora in maniera originale la lezione dei Tiromancino spingendo il made in Italy verso un’apertura internazionale per nulla scontata. Sottili melodie concedono la sorpresa di dolci campi di ritmo e infondono alla canzone un sognante tocco bohémien. Il videoclip di Alberto Mazzotta accentua ancora di più i pregi di questo primo lavoro. Ora non resta che aspettare l’album.

MELANCOLIA, Chiave di Plastica (single), 2013-14

https://www.facebook.com/imelancolia90?fref=ts

Image

PERCHÉ I FÜSCH!: Non importa se vi siate persi il primo atto o se deciderete di saltare il terzo. Mont Cc90 Second Act dei Füsch! suonerà comunque meravigliosamente bene nelle vostre orecchie. La poesia dell’art-rock dei Sigur Rós si fonde alla perfezione con un’attitudine futuribile e al tempo stesso decadente à la 1997 fuga da New York consegnando all’ascoltatore un album completo capace di appagare persino il gusto per i suoni più sfiziosi. Non manca, sotto la fitta rete degli strumenti, una flebile vena romantica che ruba il gusto della nostalgia a un gotico reso più pungente dall’ampio uso di loop, distorsioni e riverberi.

FÜSCH!, Mont Cc 9.0 Second Act, Jestrai 2013

http://www.facebook.com/weare.fusch

http://www.jestrai.com