Archives for posts with tag: Milano

Joe 27_01

Joe 27_04

Ultimo appuntamento musical-culinario della rassegna Body & Soul. Gustare il blues con Joe Colombo. Il prossimo venerdì, 13 marzo, al teatro LabArca di Milano, il chitarrista elvetico promette di concludere la serie di quattro serate con una scintillante performance e qualche sorpresa per infiammare il pubblico milanese. Non perdete per nessun motivo l’occasione di smarrire la vostra anima metropolitana nelle pieghe affascinanti della migliore “musica del diavolo” proposta solo per voi da Joe Colombo. [foto: Matteo Ceschi]

Joe 27_06

Advertisements

27 February_easy

Arrivata al suo terzo appuntamento, la rassegna Body&Soul: Gustare il blues con Joe Colombo, il prossimo venerdì, 27 febbraio, ci porterà ad esplorare suoni e sapore del grande Sud. Dopo le tappe in Texas e a Chicago, il bluesman elvetico si offrirà di guidare gli spettatori nel “Muddy South” facendo risuonare sulle corde della sua fedele Dobro i classici di Bukka White, Son House, Mississippi Fred McDowell, Big Bill Boonzy, Robert Johnson e music . Immerso nelle piccanti e sensuali atmosfere musicali evocate da Colombo, il pubblico avrà anche l’occasione di gustare deliziose chicken wings accompagnata da una salsa barbecue artigianale.

Appuntamento imperdibile, al Teatro LabArca di Anna Bonel, via Marco D’Oggiono 1, Milano, alle 19:30. INGRESSO: 10 €. DEGUSTAZIONE (con obbligo di prenotazione): 5 €
INFO: labarcadiannabonel@gmail.com

http://joecolombomusic.net

http://www.labarcadiannabonel.it

Joe 30_17 bis

Non sono rimasti delusi gli spettatori accorsi al Teatro LabArca di Milano per la seconda data della rassegna Body & Soul: gustare il blues con Joe Colombo. L’artista elvetico nella performance solista dello scorso venerdì ha letteralmente acceso i classici dell’urban blues fino a sacrificarli sull’altare del rock. Affidandosi al solo istinto e all’appiccicosa energia elettrica che scaturiva dalla sua fedele Fender Stratocaster, Colombo ha saputo ammaliare regalando agli astanti anche l’ebbrezza di composizioni originali che qua e là lasciavano emergere i germogli sonori di imminenti e nuovi progetti. Prossimo appuntamento, il 27 febbraio. (Foto: Matteo Ceschi)

BODY&SOUL 30 gennaio 2015_DEF_easy

Secondo appuntamento, il prossimo venerdì 30 gennaio,  al Teatro LabArca di Anna Bonel a Milano (via Marco D’Oggiono 1)con la rassegna musical-culinaria Body & Soul: gustare il blues con Joe Colombo. Dopo il piccante esordio texano dello scorso dicembre, ora la carovana blues raggiunge il Midwest con le sue atmosfere elettriche e la praticità del suo street food (per l’occasione verranno serviti dei gustosissimi Chicago Hot Dog). Delle grandi metropoli Colombo farà rivivere l’operosità e la frenesia musicale proponendo il meglio dell’urban blues classico e contemporaneo.

Ingresso 10 €; consumazione (5 €) non obbligatoria con obbligo di prenotazione.
Inizio spettacolo: 19:30
Info: labarcadiannabonel@gmail.com.

http://joecolombomusic.net

http://www.labarcadiannabonel.it

Body&Soul DEF_easy

Causa sciopero generale lo spettacolo a ingresso libero Body & Soul con protagonista il bluesman elvetico Joe Colombo che si sarebbe dovuto tenere al Teatro LabArca domani 12 dicembre sera viene posticipato al prossimo mercoledì, 17 dicembre, alle ore 21.

PER INFO: labarcadiannabonel@gmail.com

Doc Indie-MEI DEF_easy

Nessuna. Pare evidente di fronte alle numerose defezioni all’appuntamento musicale più importante del paese. La prima della Scala di Milano. Sorvolando sulle corte vedute del premier in carica e di altri che, con all’orizzonte una EXPO, hanno pensato bene di delegare ad altri la “scocciatura musicale”, l’impressione che si ha è che per i politici e per quanti ronzano loro intorno in cerca di visibilità e favori della musica, e più in generale della cultura, non conti, scusate il francesismo, un beato angelico c….

Teatro la Scala

Ma gli angeli hanno un sesso? Lasciamo la risposta e il divertimento ai fan dell’Aretino Pietro, e concentriamoci un attimo sulla questione a noi più cara: la musica. Anche sforzandosi di non pensare alla cosa, l’impressione che si ha dalla notizia, ahimè confermata – niente premier sul palco d’onore dello storico teatro milanese – e che a passare sia stata l’idea pericolosa e dannosa che <con la cultura non si mangia>. Musica nell’etere? Ahi, ahi, niente a tavola! E bimbi che cominciano a soffrire gli stenti e la fame per colpa di genitori fricchettoni e tardo hippy. Una grandissima castroneria, giusto per continuare a citare gli angeli dal sesso incerto, una castroneria dannosa per lo spirito e, udite, udite, anche per la pancia. Di musica si vive. Certo! Forse non si passeranno serate a happy-hour a base di champagne e caviale, ma un buon bicchiere di rosso e pane e salame non te li toglie nessuno. Neanche un piatto fumante e profumato di pasta. E nemmeno una bistecca. Ehi, svegliatevi! Avete mai visto un musicista denutrito? Magrezze e occhiaie, nel caso si palesassero, non sono mai dipese certo da una carenza nutritiva. Con la musica, e le altre arti in genere, si può vivere dignitosamente, forse è un po’ più lunga l’attesa per vedere dei risultati. Forse. Ma ciò non significa affatto che i risultati mancheranno. E saranno risultati gratificanti innanzitutto per l’anima di chi suona e di chi ascolta. Pensate per un solo istante ai poveri angeli, costretti a un condizione asessuata o dal sesso quantomeno incerto. Che fine farebbero se non avessero la musica? E tu che ne sai, mi potreste ribattere? Quanto basta per assicurarvi che le sante creature ogni tanto si concedono dei break dai loro compiti quotidiani e si sparano (a volumi talmente alti che a noi non arriva neanche un’infinitesimale frazione di suono) Hells Bells, Ace of Spades e New Noise. Riguardo ai gusti della politica, lascio ad altri lo scabroso dilemma.

SEGUI DOC INDIE ANCHE sul sito MEI/Audiocoop

So Close-Così vicino presentazione_easy

SO CLOSE/COSÌ VICINO

a cura di Federico Ramponi

24/9 – 2/10 2014
AREA 35, via Vigevano 35, Milano (opening 18:30-21:30)

MATTEO CESCHI (1974) è milanese. Come giornalista musicale, ha scritto negli anni per le principali riviste del campo ed è tra i fondatori di una testata on-line dedicato alla indie music. Ha cominciato con le foto dei solisti e delle band, ma anche dei buskers colti mentre suonavano per strada, scoprendosi interessato allo studio di carattere, alle espressioni del viso e alle posture più che all’immagine oleografica del chitarrista rock in posa. Il passaggio alla sua versione della street photography è venuto spontaneamente anche se un po’ per volta.

SO CLOSE/COSÌ VICINO anche su, http://www.mymi.it/info/5602/so-close-cosa-vicino

Image

Secondo appuntamento con il MArteLabel Fest, il festival itinerante che vedrà le band di MArteLabel insieme per un tour che nei prossimi mesi toccherà le principali città italiane. Sul palco della Fabbrica del vapore di Milano saranno di scena i Nobraino, Dellera, i Mammooth e Giacomo Toni. Appuntamento da non mancare il prossimo 14 luglio.

http://www.martelabel.com

Image

PERCHÉ JOE VALERIANO: Talvolta i dischi sfuggono ai radar dei lettori non per demeriti degli artisti ma piuttosto per disattenzioni discografiche. L’importante, seguendo un onesto fiuto per il bello à la Pier Paolo Pasolini, è recuperare queste gemme e ridare loro il giusto posto nella storia e sugli scaffali dei negozi. Alida, unica parentesi in italiano del bluesman Joe Valeriano, non ha nulla da invidiare per intensità e forza della proposta sonora ai primi e più selvaggi Litfiba. L’album presenta, ed è la prima e, per ora, unica volta nel corso di una lunga carriera, un Valeriano assolutamente a suo agio nelle vesti di cantautore rock ma dimostra anche un’incredibile capacità di sincretismo sonoro in grado di pompare con rispetto l’energia “a stelle e strisce” nella tradizione della canzone nostrana. La Fender di Valeriano appare lusingata dalle profferte italiche e continua a ruggire come se in gioco ci fossero l’onore di Muddy Waters e Jimi Hendrix.

JOE VALERIANO & COLLANT SUPPORT, Elida, Red Rock Ridge Records 1989

http://joevaleriano.altervista.org

https://www.facebook.com/joevalerianomusic