Archives for posts with tag: Fender Stratocaster

Joe 27_01

Joe 27_04

Ultimo appuntamento musical-culinario della rassegna Body & Soul. Gustare il blues con Joe Colombo. Il prossimo venerdì, 13 marzo, al teatro LabArca di Milano, il chitarrista elvetico promette di concludere la serie di quattro serate con una scintillante performance e qualche sorpresa per infiammare il pubblico milanese. Non perdete per nessun motivo l’occasione di smarrire la vostra anima metropolitana nelle pieghe affascinanti della migliore “musica del diavolo” proposta solo per voi da Joe Colombo. [foto: Matteo Ceschi]

Joe 27_06

Joe 30_17 bis

Non sono rimasti delusi gli spettatori accorsi al Teatro LabArca di Milano per la seconda data della rassegna Body & Soul: gustare il blues con Joe Colombo. L’artista elvetico nella performance solista dello scorso venerdì ha letteralmente acceso i classici dell’urban blues fino a sacrificarli sull’altare del rock. Affidandosi al solo istinto e all’appiccicosa energia elettrica che scaturiva dalla sua fedele Fender Stratocaster, Colombo ha saputo ammaliare regalando agli astanti anche l’ebbrezza di composizioni originali che qua e là lasciavano emergere i germogli sonori di imminenti e nuovi progetti. Prossimo appuntamento, il 27 febbraio. (Foto: Matteo Ceschi)

Image

PERCHÉ JOE VALERIANO: Talvolta i dischi sfuggono ai radar dei lettori non per demeriti degli artisti ma piuttosto per disattenzioni discografiche. L’importante, seguendo un onesto fiuto per il bello à la Pier Paolo Pasolini, è recuperare queste gemme e ridare loro il giusto posto nella storia e sugli scaffali dei negozi. Alida, unica parentesi in italiano del bluesman Joe Valeriano, non ha nulla da invidiare per intensità e forza della proposta sonora ai primi e più selvaggi Litfiba. L’album presenta, ed è la prima e, per ora, unica volta nel corso di una lunga carriera, un Valeriano assolutamente a suo agio nelle vesti di cantautore rock ma dimostra anche un’incredibile capacità di sincretismo sonoro in grado di pompare con rispetto l’energia “a stelle e strisce” nella tradizione della canzone nostrana. La Fender di Valeriano appare lusingata dalle profferte italiche e continua a ruggire come se in gioco ci fossero l’onore di Muddy Waters e Jimi Hendrix.

JOE VALERIANO & COLLANT SUPPORT, Elida, Red Rock Ridge Records 1989

http://joevaleriano.altervista.org

https://www.facebook.com/joevalerianomusic

Image

Pubblico in crescita per la manifestazione musicale/teatrale JOE COLOMBO racconta il blues in scena al Teatro LabArca di Anna Bonel con la partecipazione del Meeting delle etichette indipendenti di Faenza. La seconda data della serie – in totale quattro serate che si concluderanno il prossimo 4 aprile – ha visto il bluesman elvetico imbracciare la sua Fender Stratocaster turchese e rivisitare insieme all’esordiente Kasia Skoczek e al batterista Tony Rotta i classici del repertorio dell’urban blues. La performance – intrisa di esaltanti momenti di improvvisazione dettati dalla sensibilità strumentale del band leader ottimamente assecondato dalla fantasia ritmica di Rotta – è stata una vetrina per la Skoczek parsa particolarmente a suo agio sui testi blues più ironici come Chevrolet della coppia Lonnie & Ed Young. Il repertorio non certo facile – Muddy Waters, Etta James e John Lee Hooker, redivivi nei testi teatrali di Matteo Ceschi interpretati da Anna Bonel – può avere contribuito a gettare le fondamenta per la nascita di una nuova band. Si ritengano allora fortunati quanti vi hanno assistito e, in futuro, lo potranno raccontare.

Image

Image

http://www.joecolombomusic.net

https://www.facebook.com/colomboskoczekmusic

http://www.reverbnation.com/colomboskoczekmusic

http://www.stagend.com/colomboskoczekmusic

http://www.labarcadiannabonel.it

http://www.meiweb.it