Archives for posts with tag: DJ

SENZA FINE_easy

PERCHÉ LOOP LOONA: La rapper calabrese arriva all’appuntamento con il disco d’esordio con una maturità artistica che dovrebbe mettere in guardia i maschi alpha dell’arena del rap italiano. Accompagnata dal beatmaker Turi e da un drappello di producer che sanno mantenere il groove rovente e ancorato ai ritmi schizofrenici della realtà, Loop Loona affronta la sfida verbale con un piglio “cazzuto” e diretto tipico degli Heltah Skeltah e rispolvera i fasti di una old school mai veramente morta. Uno ad uno i pezzi del puzzle, o, se preferite del CD, si incastrano completando la carta d’identità di una fly girl di primissimo ordine che pur avendo come modello di riferimento Missy Elliott è baciata dall’originalità e sa fare dell’ironia un’arma termonucleare. Il brano Agatha Christie – la canzone che NON deve mancare per nessuna ragiona alla vostra estate – ci regala una cantante, Alice, che alza nuovamente i livelli della tradizione soul ai picchi divini di Aaliyah. “Sembri Fantozzi, ma io non sono la Pina…”, cari b-boys, ritenetevi gentilmente avvisati! Bellissima la copertina del disco che ricorda le atmosfere hardcore di Business as Usual degli EPMD!

LOOP LOONA, Senza fine, Antibemusic 2014

http://www.looploona.com

https://it-it.facebook.com/LOOPLOONAOFFICIAL

http://www.antibemusic.it

 

Image

PERCHÉ GLI EMERALD LEAVES: L’appeal internazionale del sound fa presto dimenticare la loro provenienza tutta nostrana, ma questo poco conta ai fini del risultato finale. L’esordio degli Emerald Leaves sa unire l’avanguardia e la sperimentazione del migliore krautrock con le escursioni psichedeliche ed esageratamente eteree dei Kula Shaker, maestri negli anni Novanta di un certo art rock dalle profonde radici lisergiche. Il tutto poi è animato da una profonda e matura vena pop, merito della collaborazione con il DJ marsigliese Philippe Petit, che porta le jam del trio verso un’indefinita forma di canzone che solo nell’occasione – la nota suonata in un determinato istante – riconosce i limiti dello spazio e del tempo. Musica d’altri tempi coniugata con perfezione al presente.

THE EMERALD LEAVES, The Emerald Leaves, Jus De Balles Records 2014

https://www.facebook.com/theemeraldleaves

http://jusdeballesrecords.tumblr.com

Image

PERCHÉ I BIG GIGANTIC: Sorprende il duo dance del Colorado formato da Dominic Lalli, produttore e sassofonista, e Jeremy Salken, batterista. I Big Gigantic portano con estro e una buona dose di originalità la musica da club in direzione delle tipiche atmosfere funky à la J Dilla e lo fanno, prendete nota, senza rallentare i bpm. Il risultato, un mix ben bilanciato di ritmi, effetti sonori, campionamenti e parti soliste, apre nuove possibilità al divertimento dei DJ in consolle. Troppo semplice ridurre tutto per l’ennesima volta al “French Touch”, meglio riconoscere i meriti del sound cresciuto all’ombra delle Montagne rocciose.

BIG GIGANTIC, The Night Is Young, 2014

http://biggigantic.net/music1

https://www.facebook.com/BigGigantic

Free download: http://noisetrade.com