Archives for posts with tag: Bologna

Image

PERCHÉ I TWOO MOONS: Post-punk stratificato e schegge impazzite di new wave tardi anni Ottanta contraddistinguono un lavoro che ricorda per certi versi i più riusciti album dei Radio 4 e per altri il Bowie di China Girl. Ascoltando Elements potrete riconsiderare seriamente la possibilità, spesso trascurata, che il rock sia un genere ballabile. Per i Two Moons lo è a tal punto da farne un rito associativo in cui coinvolgere tutti anche quanti, incautamente avvicinatesi alla loro musica, si sono ritrovati con sorpresa a muoversi dalla cintola in giù. D’altronde negli “elementi” naturali citati nel titoli e ripresi poi nelle singole canzoni il movimento è quanto di più spontaneo e naturale.

TWO MOONS, Elements, Irma Recrods 2014

http://www.twomoons.it

https://www.facebook.com/twomoonspage

http://www.irmagroup.com

Image

PERCHÉ I MONTAUK: L’ultimo Battisti, quello più ermetico e di difficile lettura, ritrova nella semplicità del sound diretto post-punk-core e nell’approccio lo-fi un’insperata via verso la piena comprensione e fruibilità. Forse è proprio la profonda vena battistiana che percorre con discrezione le otto tracce a fare emergere dalla rabbia punk la delicatezza accattivante del pop e sostenere la band nel balzo altrimenti difficilmente affrontabile al di sopra della grande massa rumorosa. Per certi versi simili e per altri addirittura migliori degli Offlaga Disco Pax.

MONTAUK, Montauk, Seahorse Records, 2013

http://imontauk.wordpress.com

http://www.facebook.com/montaukband

http://www.seahorserecordings.com/site