Archives for the month of: March, 2014

Brazilian Raw Power!!!

https://www.facebook.com/pages/Sleeping-Sapiens/138649129659984

http://sleepingsapiens.bandcamp.com/

Image

PERCHÉ PECULIAROSO: Un azzardo lo-fi spregiudicato e sprezzante verso eventuali pareri negativi. Ma al tempo stesso guidato da un profondo istinto per la musica che trasforma inaspettatamente la ragione in efficacissimo propellente emotivo. In una tempesta di feedback e distorsioni che farebbe impallidire la più rumorosa delle garage band di Detroit, l’autore e polistrumentista catanese Cristoforo Giuseppe Spoto trova il coraggio di ripercorrere le orme di Lou Reed e azzanna al collo l’idea di un’avanguardia sonora senza regole e limiti. In una sorta di euforia contagiosa dettata dalle prime tracce dell’album, nulla sembra più impossibile: e allora via libera all’imbastardimento del rock con le più profonde pulsioni ritmiche africane nel nome, scusate se è poco, di Fela Kuti. Sorprendente oltre il significato stesso dell’aggettivo.

PECULIAROSO, Manimal, 2014

https://www.facebook.com/PECULIAROSO

Image

Dopo il sold-out registrato lo scorso mese al Teatro LabArca di Anna Bonel, la rassegna JOE COLOMBO racconta il blues (in collaborazione con il Meeting delle etichette indipendenti di Faenza) giunge all’ultimo appuntamento. Per l’occasione il chitarrista elvetico non solo presenterà numerosi brani di esponenti di spicco dell’ultima generazione, quella “Blues 2.0”, appunto, di guitar heroes ma anche una selezione di composizioni originali a coronamento di una carriera prossima al ventennale. Ospite speciale della serata, oltre all’ormai fissa presenza della cantante Kasia Skoczek, il virtuoso del basso Flavio Piantoni, compositore e arrangiatore con una lunga esperienza di lavori in studio e live performance in giro per l’Europa, che con il suo approccio jazz & fusion offrirà a Colombo e al pubblico un perfetto punto di incontro tra la “musica del diavolo” e le contaminazioni sonore del nuovo millennio.

Fiduciosi di concludere questa serie di quattro incontri con un ennesimo successo, vi aspettiamo numerosi venerdì 4 APRILE alle 19:30 al Teatro LabArca di Anna Bonel in via Marco D’Oggiono 1 a Milano. INGRESSO: 12 €

INFO: http://www.labarcadiannabonel.it

http://www.joecolombomusic.net

https://www.facebook.com/colomboskoczekmusic

http://www.reverbnation.com/colomboskoczekmusic

http://www.stagend.com/colomboskoczekmusic

http://www.labarcadiannabonel.it

http://www.meiweb.it

Image

PERCHÉ I NUV: Un rock energico che non ha bisogno di vitamine tantomeno di ricostituenti guarda con egual ammirazione al lavoro di Dave Grohl e dei Queens of the Stone Age. Con la sicurezza di chi ha visto apprezzato il proprio lavoro anche al di fuori dei confini nazionali, i milanesi NUV si spingono sicuri in direzione di una forma musicale che ha nel fragore punk-core e nella sfida alla gravità sonora che ne consegue un’ottima (gli skaters all’ascolto sono avvisati!), un’ottima ragione di esistere. Sporco quel tanto che basta da risultare funk, il gruppo si offre con generosità volontario per accompagnare i vostri momenti di bisboccia solleticando l’ascoltatore a una spontaneità voglia di movimento. Come mettere Animal House su una tavola a quattro ruote!

NUV, The NUV Sucks (no,really), Moquette Records 2014

https://www.facebook.com/thenuvface

https://www.facebook.com/moquetterecords

 

Image

PERCHÉ PRINCE PO & OH NO: Un’iniezione di rap d’autore firmata dall’ex-Organized Konfusion e dal fratello di Madlib. L’abbondanza di ospiti – l’ex socio di Po(etry), Pharoahe Monch, OC, Sadat X e Roc C – non inficia la tenuta di un lavoro che sul sapiente “saccheggio” della soul music per mezzo dei samples costruisce una solidissima credibilità. Lontano anni luce dalle produzioni patinate delle major, il disco riporta tutto al nocciolo caldo dell’arte verbale di strada: da un lato roventi flow che solcano vigorosamente gli oceani dell’umana condizione, dall’altro groove incalzanti che scandiscono nettamente l’inevitabile coesistenza nel mondo hip-hop di tradizione e innovazione. Familiarmente sorprendente.

ENGLISH: An injection of rap signed by former Organized Konfusion and Madlib’s younger brother. In Animal Serum’s case the abundance of guests artists – the former partner of Po, Pharoahe Monch, OC, Sadat X and Roc C – does not take anything from the fact that this work’s robust credentials are based on the art of using old soul music samples. The disc is light years away from the posh&glossy productions of the majors, and pushes the music back deep into the core of verbal street art: on the one hand hot flows that plough through the oceans of human condition; on the other hand, a relentless groove spelling clearly the inevitable coexistence of tradition and innovation in the hip-hop world. Both familiar and surprising.

PRINCE PO & OH NO, Animal Serum, Wandering Worx 2014

https://www.facebook.com/pages/PRINCE-PO/176535948682

https://www.facebook.com/ohnodisrupt

http://www.wanderingworx.com

Image

Sempre più attivi sulla scena londinese i Super Apes. Ora tra i fans della band cominciano a figurare anche degli umani! Prossimo appuntamento lungo il Tamigi – se fossi in voi non lo perderei per nulla al mondo! –il 25 aprile al @229, prima data per il noto promoter Absent Kelly.

INFO: http://absentkelly.com

http://www.facebook.com/ChurchOfApes

http://superapes.bandcamp.com

Image

PERCHÉ ANGELA KINCZLY: Anche se la passione rock spesso – personalmente aggiungerei troppo – è inquadrata in morbide forme da cantautore, la vera anima di Angela Kinczley non fatica ad emergere nelle occasioni in cui il fiotto creativo scaturisce in maniera più spontanea e incontrollata. In questi casi, e solo in questi, la canzone si spinge verso un’anarchica e sinuosa forma dai contorni femminili ma dalla forza tutt’altro che “gentile”. Rimane, allora, solo la curiosità di vedere l’artista “a briglie sciolte”, scevra di arrangiamenti e di inibizioni scatenare l’emozione del rock nella sua forma più pura.

ANGELA KINCZLY, La visita, Qui base luna 2014

http://www.angelakinczly.com

http://www.quibaseluna.com

Image

Image

Dopo gli incoraggianti dati al botteghino per le prime due serate, la terza data dello spettacolo JOE COLOMBO racconta il blues (in collaborazione con il Meeting delle etichette indipendenti di Faenza) ha fatto segnare il primo sold out al Teatro LabArca di Milano. La performance elettro-acustica di Colombo è stata impreziosita dall’irresistibile verve ritmica dell’amico e veterano Joe Valeriano. A rendere ancora più speciale la serata del duo, il numerosissimo pubblico che, in vena rievocazioni collettive stile Woodstock, è stato capace di “tirare fuori agli artisti” esecuzioni tanto intense quanto uniche dei brani dei Rolling Stones e di Jimi Hendrix. Nell’ora e mezza di show musicale-teatrale – che ha segnato il debutto sul palco del LabArca della brava Lisa Capaccioli ai testi – c’è stato anche spazio per Kasia Skoczek che ha infuso una ventata di freschezza a Midnight Rider degli Allman Brothers.

Image

Prossimo appuntamento, l’ultimo della serie intitolato “Generation Blues 2.0”, il 4 aprile alle 19:30 con le opere di Stevie Ray Vaughan, Jeff Healey, Derek Trucks, Gary Clark Jr., Chris Duarte e Doyle Bramhall II.

http://www.joecolombomusic.net

https://www.facebook.com/colomboskoczekmusic

http://www.reverbnation.com/colomboskoczekmusic

http://www.stagend.com/colomboskoczekmusic

http://www.labarcadiannabonel.it

http://www.meiweb.it