Image

PERCHÉ I MONTAUK: L’ultimo Battisti, quello più ermetico e di difficile lettura, ritrova nella semplicità del sound diretto post-punk-core e nell’approccio lo-fi un’insperata via verso la piena comprensione e fruibilità. Forse è proprio la profonda vena battistiana che percorre con discrezione le otto tracce a fare emergere dalla rabbia punk la delicatezza accattivante del pop e sostenere la band nel balzo altrimenti difficilmente affrontabile al di sopra della grande massa rumorosa. Per certi versi simili e per altri addirittura migliori degli Offlaga Disco Pax.

MONTAUK, Montauk, Seahorse Records, 2013

http://imontauk.wordpress.com

http://www.facebook.com/montaukband

http://www.seahorserecordings.com/site