Image

PERCHÉ JACK WHITE: La fine dei White Stripes avrebbe potuto infliggere al rocker di Detroit un mortale colpo. Sia dal punto di vista artistico che affettivo. Nulla di ciò, però, è accaduto, anzi. L’esordio solista conferma quanto di buono fatto in passato e amplia ulteriormente gli orizzonti di Mr. White ora al lavoro contemporaneamente con due differenti band. Il risultato? Un denso e a tratti leggermente plumbeo ritratto di esistenzialismo garage.

JACK WHITE, Blunderbuss, Third Man Records/XL 2012

http://www.jackwhiteIII.com

http://www.thirdmanrecords.com

http://www.xlrecordings.com